ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Avviato il processo di salvaguardia per Eurotunnel

Lettura in corso:

Avviato il processo di salvaguardia per Eurotunnel

Dimensioni di testo Aa Aa

Procedura di salvaguardia avviata per Eurotunnel. Il tribunale del commercio di Parigi ha accolto la richiesta della società franco-britannica che controlla tunnel e traffico sotto il canale della Manica. Il rimborso dei debiti del gruppo presieduto da Jacques Gounon viene congelato per i prossimi sei mesi, per permettere la messa a punto di un piano di ristrutturazione dopo il fallimento dei negoziati con i creditori.

“Le trattative che ho condotto – ha detto Gounot dopo la deliberazione favorevole – e che riprenderò subito, dovranno giungere molto presto, lo spero, ad una proposta soddisfacente da poter sottoporre al tribunale”. Eurotunnel per ora evita il fallimento. Ha debiti per nove miliardi di euro, nel 2005 ha registrato ricavi per circa ottocento milioni. I titoli appartengono in gran parte a piccoli azionisti, e per un quarto a grandi gruppi e banche.

Per mesi Gounot aveva lavorato a un piano di ristrutturazione finanziaria che dovrebbe dimezzare i debiti, ma che parte dei creditori, tra questi Deutsche Bank avevano respinto. La procedura di salvaguardia offre nuovo tempo per trovare l’accordo, una soluzione possibile in Francia dopo la recente approvazione di una legge che si applica per la prima volta ad una grande società come Eurotunnel, e che potrà esssere prorogata due volte concedendo un massimo diciotto mesi per il salvataggio della società.