ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Nucleare: l'Onu dà l'ultimatum all'Iran

Lettura in corso:

Nucleare: l'Onu dà l'ultimatum all'Iran

Dimensioni di testo Aa Aa

Il Consiglio di sicurezza dell’Onu ha fissato il primo ultimatum nei confronti dell’Iran: sospenda le sue attività nucleari entro il 31 agosto o si comincerà a parlare di sanzioni economiche. La risoluzione è stata approvata con il solo voto contrario del Qatar, unico paese arabo rappresentato. “Speriamo che l’Iran capisca strategicamente che perseguire un programma di armi di distruzione di massa lo rende meno, e non più, sicuro”, ha auspicato l’ambasciatore americano John Bolton.

Teheran per il momento ha reagito definendo la decisione del consiglio di sicurezza ingiustificata, priva di fondamento giuridico e inutile, poiché – si sostiene – il programma nucleare è pacifico e non crea rischi per la sicurezza internazionale. La popolazione iraniana è delusa. Spiega una docente universitaria, Homa Sabouriyan: “L’Iran deve stabilizzare la sua posizione nella regione e non può accettare simili decisioni. Il Consiglio di sicurezza dovrebbe fare marcia indietro”.

“Questa risoluzione sembra mettere l’Iran in pericolo ma abbiamo già dimostrato che possiamo resistere”, dice Heider Kazemi, un veterano di guerra. Teheran ha annunciato che il 22 agosto risponderà al piano di incentivi offerto lo scorso giugno dalle grandi potenze nucleari mondiali. Con la sua presa di posizione, l’Onu sembra aver preso quella data come una promessa.