ULTIM'ORA

Lettura in corso:

A Miami la comunità cubana in esilio festeggia


mondo

A Miami la comunità cubana in esilio festeggia

Un’esplosione di gioia a Miami, nei quartieri abitati da chi in quasi cinquant’anni di regime è scappato da Cuba e dalle nuove generazioni di cubani nati negli Stati Uniti. La notizia della malattia e dell’operazione chirurguica di Castro è stata interpretata come la promessa di una imminente caduta del regime.

Nelle prime pagine dei giornali di Miami, in spagnolo e in inglese, il titolo è lo stesso: Castro cede il potere. All’interno speculazioni sulla gravità della malattia e previsioni di un periodo di incertezza. Albert Jimenez, cittadino di Miami, di origini cubane: “E’ ora che Castro lasci il potere. Ma non siamo completamente soddisfatti, perchè se ne sta andando come vuole lui e non come vorrebbe la comunità di cubani in esilio”.

“Sono 47 anni, quasi mezzo secolo, di sofferenza e oppressione per il nostro paese – dice Marcos Balbuma – è orribile”. L’opposizione cubana in esilio negli Stati Uniti è forte di 650 mila membri. Molti ora sono convinti di poter presto tornare nell’isola

Storie correlate:

Ogni storia può essere raccontata in molti modi: osserva le diverse prospettive dei giornalisti di Euronews nelle altre lingue.

Prossimo Articolo

mondo

Libano: i bombardamenti continuano, nonostante il cessate il fuoco annunciato da Israele