ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Libano: i bombardamenti continuano, nonostante il cessate il fuoco annunciato da Israele

Lettura in corso:

Libano: i bombardamenti continuano, nonostante il cessate il fuoco annunciato da Israele

Dimensioni di testo Aa Aa

Due giorni di cessate il fuoco in Libano. Ma la sospensione dei bombardamenti aerei israeliani non significa la fine delle operazioni militari. Esercito israeliano e milizie Hezbollah continuano ad affrontarsi: un soldato libanese è rimasto ucciso e altri tre feriti durante un bombardamento nella città di
Taybe.

La mediazione di Washington, che a venti giorni dall’inizio delle ostilità ha parlato per la prima volta di un possibile e duraturo cessate il fuoco in tempi brevi, ottiene dunque un risultato più teorico che concreto. E Israele non ha mancato di sottolineare che la priorità resta comunque difiendersi dalle offensive di Hezbollah. Non possiamo accettare una tregua immediata perchè spianerebbe la strada agli estremisti – ha detto oggi il ministro della Difesa israeliano Amir Peretz durante la seduta in parlamento.

Allo stesso modo il premier Ehud Olmert ha riaffermato il diritto dello Stato ebraico a difendersi dagli attacchi delle milizie sciite, pur esprimendo rammarico per la strage di Cana. Intanto – secondo i dati forniti dal premier libanese Fuad Seniora – da quando le truppe israeliane hanno attaccato il Libano meridionale, le vittime nel Paese sono 750.