ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Bush: "Lavorare tutti insieme per la pace"

Lettura in corso:

Bush: "Lavorare tutti insieme per la pace"

Dimensioni di testo Aa Aa

Gli Stati Uniti continuano a sostenere Israele ma dichiarano di voler lavorare, insieme alla comunità internazionale, per il raggiungimento di una pace duratura. “Gli Stati Uniti – ha detto il presidente George Bush – sono decisi a lavorare con i membri del consiglio di sicurezza dell’Onu per redigere una risoluzione che consenta alla regione di avere una pace sostenibile, una pace che duri, che permetta a padri e madri di crescere i loro figli in un mondo di speranza”.

Il premier britannico Tony Blair è sempre più criticato, anche nel suo stesso partito, per non aver chiesto subito un cessate il fuoco. “E’ una situazione assolutamente tragica – ha detto. Ma noi dobbiamo essere sicuri che la discussione che stiamo facendo e i negoziati che stiamo conducendo portino a un’autentica cessazione delle ostilità in un modo che consenta di mettere davvero fine agli scontri”.

A spingere per un cessate il fuoco immediato è ancora la Francia, col ministro degli esteri Philippe Douste-Blazy.
“Occorre la cessazione immediata delle ostilità – ha detto -, poi trovare, il più rapidamente possibile, le condizioni per un accordo politico tra tutte le parti e infine, se l’accordo politico esiste, permettere il dispiegamento di una forza multinazionale”.
Douste Blazy sarà oggi in Libano. Il suo lavoro diplomatico seguirà quello della delegazione dell’Unione europea giunta a Beirut venerdì. La crisi libanese sarà all’ordine del giorno di una riunione dei ministri degli esteri europei in programma domani.