ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Bush insiste sull'obiettivo di una "tregua duratura". L'Onu proroga il mandato dell'Unifil

Lettura in corso:

Bush insiste sull'obiettivo di una "tregua duratura". L'Onu proroga il mandato dell'Unifil

Dimensioni di testo Aa Aa

L’impressione suscitata dalle vittime di Cana e le pressioni internazionali non fanno cambiar rotta agli Stati Uniti sulla crisi israelo – libanese. A Miami il presidente Bush non critica Israele, anzi ribadisce il suo diritto alla difesa, e non chiede un cessate il fuoco immediato

“Il segretario di stato Rice sta lavorando per ottenere un cessate il fuoco sostenibile, un cessate il fuoco duraturo – ha dichiarato -. Noi lavoreremo con i nostri alleati per presentare al Consiglio di sicurezza dell’Onu una risoluzione che metta fine alle violenze e getti le basi di una pace stabile in Medio Oriente”

Sul fronte europeo, intanto, la Francia è uno dei partner piu’ attivi dei negoziati. Il ministro degli esteri Douste Blazy, in visita in Libano, torna a ribadire la necessità di una tregua immediata e sottolinea l’importanza del ruolo dell’Iran in Medio Oriente, quale elemento di stabilizzazione.

Timidi passi prova a farli anche l’Unione europea, che cerca una posizione comune: domani a Bruxelles si riuniranno i capi della diplomazia dei Venticinque. Intanto il Consiglio di sicurezza dell’Onu ha prorogato di un mese il mandato in Libano dell’Unifil, la forza provvisoria di interposizione, che conta 2000 uomini, in attesa dell’eventuale creazione di un contingente di maggiori dimensioni.