ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Clandestini alla deriva: in viaggio, tra la Libia e l'Italia, muoiono in 13.

Lettura in corso:

Clandestini alla deriva: in viaggio, tra la Libia e l'Italia, muoiono in 13.

Dimensioni di testo Aa Aa

A poche ore dall’annuncio della proposta dell’Unione europea di pattugliare le coste del Mediterraneo, l’ennesima tragedia del mare. Tredici immigrati clandestini sono morti e sono stati gettati in acqua durante la traversata, a bordo di una piccola barca, dalla Libia all’Italia. Lo hanno raccontato i sopravvissuti al drammatico viaggio, soccorsi dalla nave “Sibilla” della Marina Militare a 130 miglia a sud est di Lampedusa.

Sette dei 14 superstiti sono in gravi condizioni, e due di loro in coma. Sono stati trasportati in elicottero all’ospedale di Palermo. I soccorritori li hanno trovati in condizioni pietose: erano alla deriva da venti giorni, senza cibo né acqua.
Provengono per la maggior parte dall’Eritrea, qualcuno dal Mali, uno dall’Egitto.