ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

600 ormai le vittime in Libano. Continuano i raid e i combattimenti al confine

Lettura in corso:

600 ormai le vittime in Libano. Continuano i raid e i combattimenti al confine

Dimensioni di testo Aa Aa

Il sud del Libano ancora sotto il fuoco degli aerei israeliani. Almeno tre civili sono rimasti uccisi stamattina nei bombardamenti di alcuni villaggi. Uno era un cittadino giordano. Alla frontiera proseguono i combattimenti per conquistare Bint-Jbeil, roccaforte di Hezbollah. L’aviazione ha anche condotto diversi raid sulla valle della Bekaa, nell’est del paese, e nella regione di Sidone.

L’esercito israeliano, che stima di aver ucciso duecento guerriglieri Hezbollah in 17 giorni, ha annunciato il prossimo dispiegamento di missili antimissile Patriot anche nella regione di Tel Aviv, oltre a quelli già piazzati ad Haifa. Israele ha scartato per ora l’ipotesi dell’offensiva terrestre, ma il governo ha autorizzato l’esercito a richiamare fino a 30 mila riservisti se i combattimenti dovessero intensificarsi. Si calcola che finora in Libano siano stati uccisi 600 civili. Gli sfollati sarebbero 750 mila.