ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

L'Europa militare pronta per il Libano

Lettura in corso:

L'Europa militare pronta per il Libano

Dimensioni di testo Aa Aa

L’Europa è pronta a fare la sua parte in Libano, anche dal punto di vista militare. Diversi Paesi dell’Unione, tra cui l’Italia, hanno dichiarato la propria disponibilità a partecipare a una forza d’interposizione sotto l’egida delle Nazioni Unite. Pronti anche i ministri degli Esteri di Germania e Francia, che oggi ne hanno discusso con il loro omologo polacco.

Su questo tema ha rilasciato un’intervista a Euronews Fraser Cameron, esperto del Centro delle politiche europee: “Penso che sia cambiato l’atteggiamento del mondo nei confronti dell’Unione. Non ci sono più le perplessità di una volta. L’Unione europea ha dimostrato di essere imparziale. Oggi ha il controllo del posto di frontiera di Rafah, tra l’Egitto e la Striscia di Gaza. Penso che adesso Israele possa dare fiducia all’UE, affinché contribuisca a garantire la sicurezza nella regione”.

Un effettivo cessate-il-fuoco resta la condizione indispensabile per un eventuale dispiegamento di forze. Non è ancora chiaro invece chi dovrà procedere al disarmo di Hezbollah. Di fronte a tante incognite, Regno Unito e Paesi Bassi hanno già dichiarato l’indisponibilità delle proprie truppe.