ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Israele garantisce i corridoi umanitari in Libano, ma il trasporto degli aiuti resta difficile

Lettura in corso:

Israele garantisce i corridoi umanitari in Libano, ma il trasporto degli aiuti resta difficile

Dimensioni di testo Aa Aa

La macchina degli aiuti alle popolazioni libanesi si muove tra molte difficoltà. È giunta nel pomeriggio per bocca del primo ministro Olmert la disponibilità israeliana per l’atterraggio all’aeroporto di Beirut dei velivoli con materiale per la gestione dell’emergenza, previo accordo con Tel Aviv. Anche i porti di Beirut Sidone e Tiro potranno accogliere gli aiuti umanitari.

L’annuncio, risultato dei colloqui tra Olmert e Condollezza Rice, rigurada anche la creazione di corridoi via terra da Israele verso il Libano. Poco prima della disponibiltà israeliana, dalle agenzie umanitarie delle Nazioni Unite si era levato l’allarme per le tonnellate di cibo e attrezzature bloccate ai confini del Libano, specialmente in Siria.
Negli ospedali del sud libanese colpito dai bombardamenti mancano medicinali e il carburante per i generatori elettrici scarseggia.

Questa prima disponibilità a corridoi da Israele verso il Libano secondo il portavoce dell’Alto Commissariato ONU per i rifugiati, potrebbe non rispondere alle esigenze più immediate.