ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Ancora raid sul Libano. Colpito anche un campo profughi palestinese

Lettura in corso:

Ancora raid sul Libano. Colpito anche un campo profughi palestinese

Dimensioni di testo Aa Aa

A poche ore dall’arrivo in Medio Oriente del segretario di stato americano Condoleeza Rice, le bombe israeliane continuano a colpire il Libano. Per la prima volta, dall’inizio del conflitto, alcuni ordigni si sono abbattutti sul campo profughi palestinese di Rachidiyé, vicino Tiro, ferendo sei persone, tra cui un bimbo di pochi mesi. Una bomba ha raggiunto anche la casa del rappresentante in Libano del movimento palestinese di Al Fatah.

Il bollettino degli ultimi raid aerei parla di almeno 12 vittime, per la maggior parte civili, tra cui una fortografa libanese di un’agenzia indipendente. Decine i feriti. Sotto tiro ancora la periferia sud di Beirut, la città portuale di Sidone, dove è stato distrutto, tra l’altro, un centro religioso sciita, e la valle della Bekaa.

E nel corso di violenti scontri tra esercito israeliano ed Hezbollah a Maroun al Ras, dove ieri è stato ferito l’ufficiale italiano Roberto Punzo, due miliziani sono stati catturati. Intanto il leader della guerriglia libanese, Nasrallah, ha dichiarato che le incursioni di Tsahal nel sud del Libano non fermeranno i lanci di razzi contro il territorio israeliano