ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Libano, massicci attacchi notturni

Lettura in corso:

Libano, massicci attacchi notturni

Dimensioni di testo Aa Aa

L’esercito israeliano non si ferma e continua a colpire, anche durante la notte. Presa di mira la zona meridionale di Beirut, roccaforte dei miliziani Hezbollah, dove sono state udite una decina di esplosioni, e dove interi quartieri, secondo la polizia, sono stati completamente distrutti. Anche la popolazione della regione di Baalbeck e di Sidone stanotte è rimasta sveglia a causa dei raid. nella città portuale 4 civili sono stati feriti, mentre due missili hanno parzialmente distrutto un edificio di tre piani, che ospitava un centro religioso di Hezbollah.

Ieri Tsahal ha strappato ai militanti sciiti Marun al Ras, un villaggio strategico nel sud. Ma in un attacco contro una stazione di trasmissioni televisive a nord di Beirut è stato colpito anche un monastero. “Vivo qui da 15i anni ed è la prima volta che accade una cosa del genere – dice una suora – c’erano 100 persone al momento dell’attacco, per metà ospiti. Dieci erano francesi e grazie a Dio solo due sono rimasti feriti”.

Nei raid di ieri hanno perso la vita almeno 9 persone, di cui 5 civili. E l’esercito israeliano ha annunciato il ritrovamento del corpo di un soldato dato per disperso nel sud del Libano. Secondo il quotidiano Haaretz, Washington avrebbe concesso allo stato ebraico ancora una settimana di tempo per proseguire la sua offensiva contro Hezbollah.