ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

I tank israeliani nel Libano del sud. Ferito osservatore Onu italiano

Lettura in corso:

I tank israeliani nel Libano del sud. Ferito osservatore Onu italiano

Dimensioni di testo Aa Aa

I carri armati israeliani si posizionano al di là del confine libanese dopo una battaglia durata due giorni e che ha portato all’occupazione del villaggio di Marun al ras uno degli avamposti strategici usati dagli Hezbollah. Ammassano truppe in previsione di nuove incursioni nei villaggi vicini dove ancora sono asserragliati decine di miliziani.

Il proseguimento delle operazioni militari di Tsahal allarmano la Siria che è tornata a minacciare un suo intervento diretto in caso di invasione generalizzata del Libano da parte israeliana. Oggi nel corso degli attacchi contro i centri del Libano del sud messi a segno dall’aviazione israeliana è stata semidistrutta una postazione dell’Unifil la forza Onu dispiegata nella regione
I bombardamenti hano provocato il ferimento di un osservatore italiano il capitano Roberto Punzo.

I bombardamenti sono ripresi nel pomeriggio su Beirut e in particolare sulla periferia sud roccaforte delle milize sciite ormai ridotta a un cumulo di macerie.Si contano almeno quattro civili morti. Uno alla periferia di Balbeek altri nel centro sud
La regione di Tiro e la valle della Bekaa dove Tsahal ha distrutto una sede dei fedayn palestinesi filosiriani. Israele spinge sull’acceleratore approfittando della lentezza della macchina diplomatica internazionale. Obiettivo cacciare gli Hezbollah oltre la zona cuscinetto di venti chilometri nel sud del paese dei Cedri.