ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Diplomazia al lavoro in attesa di Roma

Lettura in corso:

Diplomazia al lavoro in attesa di Roma

Dimensioni di testo Aa Aa

Agenda fitta d’impegni per la diplomazia internazionale che tenta di trovare una soluzione al conflitto israelo-libanese. Tre ministri europei visitano oggi Israele, prima dell’arrivo nella regione di Condoleeza Rice e della riunione del gruppo di contatto mercoledi’ a Roma. Il segretario generale aggiunto dell’Onu per le questioni umanitarie Jan Egeland è a Beirut. “Non ci sono soluzioni militari a questa crisi, ma solo soluzioni politiche – ha detto -. Nei prossimi giorni, l’Onu invierà un lungo convoglio di aiuti, con rifornimenti per la popolazione civile. Ma abbiamo bisogno di un corridoio umanitario. Per il momento, non abbiamo libero accesso”.

Il ministro britannico degli esteri Kim Howells, critico con l’intervento militare dello stato ebraico, incontra oggi la sua omologa israeliana Tzipi Livni. Il ministro francese Philippe Douste Blazy ha tenuto una conferenza stampa stamani ad Haifa, proprio nelle ore dell’attacco con razzi sulla città israeliana. “Qui, come altrove in questo conflitto – ha detto – mi preoccupo soprattutto delle condizioni dei cittadini, delle vittime innocenti, delle famiglie, le cui sofferenze sono ingiustificabili”. Il ministro israeliano della difesa Amir Peretz, che ha incontrato a Gerusalemme il ministro tedesco degli esteri Frank Walter Steinmeier, si è detto pronto ad accettare una forza multinazionale nel sud del Libano.