ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

La comunità internazionale si mobilita per fermare le ostilità in Libano

Lettura in corso:

La comunità internazionale si mobilita per fermare le ostilità in Libano

Dimensioni di testo Aa Aa

La comunità internazionale chiede la fine delle ostilità in Libano, con i premier di Ankara e Madrid a guidare lo sforzo diplomatico. Per la Spagna parla il titolare degli esteri, Miguel Angel Moratinos: “Ho sentito il ministro degli esteri statunitense e quello italiano. Massimo D’Alema mi ha invitato al meeting internazionale di Roma sul Medio Oriente, che si terrà mercoledì”.

L’Occidente punta sulle relazioni di Madrid con il mondo arabo, per riuscire a trovare una soluzione alla crisi. L’appello a deporre le armi risuona anche al Cairo, per bocca del ministro degli Esteri francese, Philippe Douste Blazy. “Dobbiamo agire affinchè cessi ogni minaccia alla sovranità e integrità del Libano”.

Anche il tedesco Frank Walter Steinmeier è nella capitale egiziana, dalla quale raggiungerà domenica Israele e i Territori palestinesi. Unica nota in disaccordo quella di Washington, più allineata sulle posizioni di Israele. “Un cessate il fuoco sarebbe una promessa ingannevole se ci riporterà allo status quo, con i terroristi liberi di attaccare la regione a loro piacimento”, dice Condoleezza Rice, alla vigilia del suo viaggio in Medio Oriente. ll capo della diplomazia americana incontrerà anche il presidente dell’Autorità Palestinese, Mahmoud Abbas.