ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

L'Europa nella morsa del caldo: temperature da record e nuove vittime

Lettura in corso:

L'Europa nella morsa del caldo: temperature da record e nuove vittime

Dimensioni di testo Aa Aa

I governi europei si mobilitano per evitare il ripetersi della catastrofe provocata dall’ondata di caldo del 2003. Sono già 15 i decessi attribuiti alle alte temperature di questi giorni in Europa occidentale. Temperature che hanno battuto i record di tutti i tempi in Gran Bretagna, dove il termometro è arrivato a 36,3 gradi a Charlwood, nel sud di Londra.

Il maggior numero di morti – nove – si è registrato in Francia, dove il governo sta cercando di sensibilizzare i datori di lavoro sui rischi legati al caldo, dopo il decesso di un operaio a Macon.
“In effetti spesso – dice un medico – questi episodi accadono per due fattori strettamente legati, cioè un violento sforzo fisico e il caldo all’esterno, l’ambiente”.

Gli altri paesi che hanno registrato vittime, due ciascuno, sono la Germania, l’Olanda e la Spagna. In Italia la Protezione Civile ha segnalato, a sorpresa, Genova come la città più a rischio, dove è scattato il massimo livello di allerta, il terzo. A Bologna, Roma e Milano c‘è il livello di attenzione, ma solo per la giornata di venerdì.

Tre anni fa nella sola Francia il caldo aveva fatto 15000 vittime.