ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Guardia-coste europee per fermare i clandestini

Lettura in corso:

Guardia-coste europee per fermare i clandestini

Dimensioni di testo Aa Aa

Un corpo europeo di guardia-coste capace di intervenire in tempi rapidi per contrastare l’immigrazione clandestina. E’ la principale proposta presentata mercoledí dalla commissione europea.

Squadre multinazionali di circa 300 medici, interpreti e poliziotti, dovrebbero essere poter agire nello spazio di dieci giorni per aiutare le forze dell’ordine nazionali, nel caso di sbarchi di massa. Potranno effettuare controlli di identità.

“La nostra intenzione- ha sottolineato il commissario Franco Frattini- è di dare ai membri di queste squadre ad intervento rapido, gli stessi poteri degli ufficiali nazionali, per approfondire la collaborazione”

Resta da risolvere la questione del finanziamento di questo corpo di guardia- coste. Frattini presenterà delle soluzioni lunedí ai ministri degli interni.

Per Sergio Carrera, ricercatore al centro di studi europei di Bruxelles si pone troppo l’accento sull’immigrazione clandestina invece di concentrarsi sul piano dell’immigrazione legale presentato l’anno scorso da Bruxelles e che pone il dilemma della mobilità internazionale”

Tra le altre proposte allo studio, la creazione di un data base degli immigrati a livello europeo, e l’armonizzazione delle regole sui visti per soggiorni brevi, per evitare che i clandestini scelgano i paesi con leggi meno severe per entrare nell’Unione europea.