ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Continua l'esodo di massa degli occidentali dal Libano

Lettura in corso:

Continua l'esodo di massa degli occidentali dal Libano

Dimensioni di testo Aa Aa

Continua l’esodo di massa delle migliaia di stranieri che abbandonano il Libano in guerra: alcuni via terra, passando per la Siria, altri via mare, a bordo di navi europee e statunitensi, dirette a Cipro. I 182 italiani che hanno lasciato ieri Beirut su un cacciatorpediniere della marina, sono già arrivati a Roma. Gli Stati Uniti hanno inviato un traghetto che può portare fino a 1000 persone a Cipro. La prima nave inviata da Londra è arrivata oggi: sono 12 mila i cittadini britannici in Libano.

Un gruppo di Australiani sono arrivati attraverso la Siria ad Amman, in Giordania:

“Ci hanno avvertito: se ve ne andate prendete i vostri rischi. Partire dunque è stata una nostra decisione, prima che fosse troppo tardi”.

“La situazione è molto difficile. Siamo sconvolti. Siamo fortunati ad esserne usciti ma pensiamo alla gente che è rimasta li in Libano”.

“Strappa il cuore vedere un paese fatto a pezzi, distrutto. Mi avevano detto che il Libano è meraviglioso e l’ho visto con i miei occhi. E’ davvero una tragedia”.

Anche i primi cittadini greci hanno lasciato il paese a bordo di una nave militare. Sono circa duemila e 500 i loro connazionali nel paese.

Il traghetto noleggiato dalla Francia, continua a fare la spola tra Beirut e Larnaca, per portare in salvo centinaia di europei.