ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

70 anni dopo: il ricordo della guerra civile spagnola.

Lettura in corso:

70 anni dopo: il ricordo della guerra civile spagnola.

Dimensioni di testo Aa Aa

70 anni fa un fallito colpo di Stato diede il via in Spagna alla guerra civile: un conflitto fratricida, che ha lasciato ferite profonde, alcune non ancora rimarginate. La rivolta dei militari partì dal Marocco, ma non riuscì a estendersi subito a tutta la Spagna. Madrid e Barcellona restarono fedeli al governo repubblicano.

A capo dei nazionalisti si impose il generale Francisco Franco: dopo 3 anni di guerra, da vincitore, instaurò una dittatura durata fino alla sua morte, nel 1975. I repubblicani furono sconfitti. Per chi non riuscì a fuggire in Francia, ci furono la repressione, il carcere o il plotone d’esecuzione. Le ideologie di sinistra furono bandite. Gli autonomismi pure.

Gli uomini di questo gruppo 70 anni fa erano adolescenti. Oggi sono tornati nel loro villaggio di allora: Belchite. Sul fronte di Aragona, fu il luogo di una delle battaglie più sanguinose. Franco decise di lasciarlo in rovina, come monito per il futuro.

“Quando i repubblicani hanno occupato la prima casa laggiù, in quel balcone che adesso è chiuso piazzarono una mitragliatrice. Da lì sparavano fino a casa nostra, su qualunque cosa si muovesse. Chi passava in strada era subito ucciso”.

La guerra di Spagna fu anche un conflitto internazionale tra fascismo e comunismo, un preludio alla Seconda guerra mondiale.
Il bombardamento aereo di tedeschi e italiani sulla città basca di Guernica, nel ’37, resta un simbolo di distruzione e attacco contro i civili.

I repubblicani erano sostenuti dall’UNione Sovietica e da migliaia di volontari stranieri inquadrati nelle Brigate internazionali. Penny Fiewell oggi ha 98 anni. Allora era infermiera.

“Mi emoziono sempre quando ci ripenso. In ogni caso, si tratta di fatti di tanti anni fa… E’ storia passata, anche se la gente non ha idea di cosa sia la guerra: la guerra è una brutta cosa”.

A Londra i sopravvissuti hanno reso omaggio ai loro compagnio d’armi morti in Spagna. Per la prima volta, alla cerimonia ha partecipato anche l’ambasciatore spagnolo nel Regno Unito.