ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Vola il prezzo della benzina: il pieno di verde costa l'11% in più dell'anno scorso

Lettura in corso:

Vola il prezzo della benzina: il pieno di verde costa l'11% in più dell'anno scorso

Dimensioni di testo Aa Aa

L’impennata del petrolio, con il greggio arrivato a sfondare la soglia dei 78 dollari al barile, trascina al rialzo il prezzo della benzina. Pessime notizie per gli automobilisti, che si troveranno ad affrontare l’esodo estivo con un aggravio dell’11% annuo per ogni pieno. Un litro di verde costa due centesimi in più, in tutti i distributori Esso, Shell, British Petroleum e Total. E non sono esclusi nuovi aumenti la prossima settimana.

Nel grafico, il raffronto tra i paesi della zona euro, dove un litro di benzina senza piombo costa in media 1,30 euro, e Gran Bretagna e Stati Uniti. In Arabia Saudita, nonostante i rialzi, un litro di benzina costa appena 0,16 centesimi di euro.

Temendo di finire di nuovo nel mirino delle critiche, L’Opec tenta di tranquillizzare i mercati. Il cartello dei paesi produttori di petrolio assicura infatti il suo impegno a mantenere l’ordine e la stabilità. I volumi di offerta – sostiene – continuano a superare la domanda.

Ma i mercati già vedono il greggio sfondare la soglia degli 80 dollari al barile entro il mese di settembre, se non si stempereranno le tensioni geopolitiche a livello internazionale.

Secondo alcuni analisti, a farne le spese potrebbero essere anche le risorse dell’Antartide, rimasto finora un ambiente quasi incontaminato dallo sfruttamento minerario.