ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Nord d'Israele: uno Shabbat nei rifugi antiaerei

Lettura in corso:

Nord d'Israele: uno Shabbat nei rifugi antiaerei

Dimensioni di testo Aa Aa

E’ uno Shabbath un po’ particolare quello che è cominciato nel nord d’Israele. La spesa, prima del riposo settimanale finisce sottoterra, nei rifugi anti aerei. Ma a Naharya, come altrove, la risposta è praticamente sempre la stessa: non ci lasciamo intimidire: “Ne abbiamo già passate tante – dice un uomo – se ci mettiamo ad avere paura, a mostrare che siamo impauriti, ci bombarderanno ancora di più”. “Io e la mia famiglia, resteremo qui. continueremo a vivere qui”, aggiunge un altro. Secondo fonti militari, israeliane e internazionali, Hezbollah disporebbe di oltre 10mila razzi in grado di colpire Israele. Vengono assemblati in piccoli laboratori artigianali. Per l’esercito israeliano è come cercare un ago in un pagliaiaio.