ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Israele nel timore di nuovi lanci di razzi

Lettura in corso:

Israele nel timore di nuovi lanci di razzi

Dimensioni di testo Aa Aa

Nuovi razzi Katiusha hanno colpito stamattina il nord di Israele, senza tuttavia provocare vittime. Si tratta dell’ennesimo attacco degli Hezbollah dopo quelli ripetuti di ieri, che hanno ucciso in tutto almeno due persone e ferite decine. Naharya, la località più colpita si è svegliata con l’aspetto di una città fantasma, mentre i bulldozer cercavano di liberare le strade dalle macerie e squadre di tecnici erano impegnate a riparare gli allacciamenrti per l’elettricità.

Ieri per la prima volta i razzi sono arrivati fino a Haifa, 40 chilometri a sud dal confine con il Libano, sulla costa, mentre tutto il nord di Israele è sotto tiro. a maggior parte della popolazione ha passato la notte nei rifugi: in tutto 220 mila israeliani, secondo il portavoce dell’esercito.

Tra i residenti delle cittadine del nord, alcuni hanno deciso di restare nonostante il pericolo.
“Certo non è la situazione più facile del mondo ma possiamo superare le difficoltà e andare avanti”.
“Io e la mia famiglia stiamo qui. Contuiinueremo a stare qui”.

A Naharya questa mattina le autorità hanno concesso agli abitanti tre ore per uscire dai rifugi per fare provviste, in vista del fine settimana. Molti, soprattutto le famiglie con bambini hanno preferito abbandonare le loro case e spostarsi dal nord di israele, più vulnerabile di fronte ai tiri di razzi, verso il sud del paese.