ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Migliaia di libanesi e stranieri in fuga dal Libano verso la Siria

Lettura in corso:

Migliaia di libanesi e stranieri in fuga dal Libano verso la Siria

Dimensioni di testo Aa Aa

Via, finché si è in tempo. Bagagli caricati in fretta sull’auto, e via, via dal Libano, via dai bombardamenti.

La minaccia israeliana di bombardare l’autostrada che collega Beirut a Damasco non ferma i migliaia di libanesi e di stranieri che hanno deciso di cercare rifugio in Siria. Le stazioni di servizio sono state prese d’assalto.

Dal solo posto di frontiera di Masnaa alle sedici locali erano passati oltre 12 mila libanesi. E mancano le cifre degli stranieri passati di là, per la maggior parte giordani, siriani e iraniani.

“Hanno attaccato Baalbek e la valle della Bekaa – spiega uno dei fuggitivi -. La maggior parte delle persone in fuga passa da Masnaa. C‘è una coda di oltre tre chilometri. Scappano tutti da qui”.

E un altro: “Siamo partiti per via della situazione in Libano, per gli attacchi. Eravamo nervosi e spaventati, e abbiamo deciso di andare in Siria perché l’aeroporto di Beirut è stato bombardato”

Per molti è una fuga lunga e laboriosa dopo che sono stati distrutti ponti e strade. Ma a spingerli c‘è il ricordo dell’invasione israeliana dell’ottantadue. Quella guerra fece oltre 17 mila morti.