ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Allarme in tutta l'India per paura di nuovi attentati

Lettura in corso:

Allarme in tutta l'India per paura di nuovi attentati

Dimensioni di testo Aa Aa

Nell’intera India è stato proclamato lo stato di allerta massima nel timore di nuovi attentati. Le sette esplosioni di ieri, secondo l’ultimo bilancio, hanno fatto almeno 190 morti e oltre 600 feriti. Erano le 18.24, ora locale, quando il primo ordigno è saltato in aria a Bombay. La fascia oraria era quella del massimo affollamento. Nel giro di una decina di minuti verranno colpiti quattro treni locali, una metropolitana e due stazioni.

Le deflagrazioni sono avvenute nella periferia ovest della città, ora chiamata Mumbai. Il governo indiano ha subito parlato di atti terroristici: la dinamica certo non lascia dubbi ma nessuna rivendicazione è giunta finora.

Il sospetto va ai separatisti musulmani del Kashmir indiano, responsabili di molte fra le più sanguinose azioni degli ultimi anni. Il gruppo terroristico pachistano Laskhar-i-Taiba ha smentito ogni coinvolgimento, confermando sì di aver dichiarato una guerra santa allo stato indiano ma precisando che questa non contempla l’uccisione di civili innocenti.

Un presunto militante del gruppo è stato però arrestato a Dehli in possesso di un’ingente somma di denaro e di due chili di RDX, lo stesso esplosivo militare che sarebbe stato usato per gli attentati di Bombay.