ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Londra, un anno dopo: commozione e raccoglimento per le vittime dei quattro attentati

Lettura in corso:

Londra, un anno dopo: commozione e raccoglimento per le vittime dei quattro attentati

Dimensioni di testo Aa Aa

Per l’attacco terroristico piu’ grave della sua storia, la Gran Bretagna si è fermata oggi, nel primo anniversario dei quattro attentati di Londra. Dal premier, alla Regina, dal sindaco della capitale all’uomo della strada, tutti hanno osservato due minuti di silenzio a mezzogiorno per commemorare le 52 vittime e gli oltre 700 feriti. Negli attentati sono morti anche i quattro terroristi.

La Regina Elisabetta II era presente alla cerimonia di commemorazione alla cattedrale di Edinburgo. La prima cerimonia a ricordo delle vittime e di solildarietà alle famiglie si è svolta nella capitale, alla stazione di King’s Cross, uno dei luoghi degli attentati. Presenti il Ministro della Cultura Tessa Jowell e il Sindaco Ken Livingstone.

Alle 8.50 ora locale hanno suonato le campane della cattedrale di Saint Paul: esattamente a quell’ora un anno fa espodevano le bombe su un convoglio che viaggiava tra King’s Cross e Russell Square, e all’esterno delle stazioni della metropolitana di Edgware Road e Liverpool Street.

Un’ora dopo, in pieno centro, esplodeva un altro ordigno a bordo di un autobus a due piani.
Erano le 9.47 quando sul 30, che in quel momento transitava per Tavistock Square, la quarta bomba veniva azionata dal diciottenne Hasib Hussain. Tredici i morti piu’ il terrorista. Oltre cento i feriti. Li commemora una targa, scoperta oggi in occasione dell’anniversario. Commossi, i londinesi, hanno reso loro omaggio.