ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Crisi politica in Ucraina con colpo di scena in parlamento. Frattura nella coalizione arancione: i socialisti votano con il partito filo russo

Lettura in corso:

Crisi politica in Ucraina con colpo di scena in parlamento. Frattura nella coalizione arancione: i socialisti votano con il partito filo russo

Dimensioni di testo Aa Aa

Viktor Yanukovich si prende la rivincita nella complicata partita a scacchi della politica ucraina. Il suo Partito delle regioni, filo russo, è riuscito a sottrarre alla Coalizione arancione il Partito socialista, facendone eleggere il leader, Olexander Moroz, alla presidenza del parlamento. Si apre ora l’ennesima crisi fra gli alleati reduci dalla rivoluzione del 2004 e c‘è chi dice che, di fatto, la coalizione arancione non esista già più. Viktor Yanoukovitch: “L’obiettivo è unire l’Ucraina, creare una grande coalizione e lavorare per formare un governo efficace”.

Ecco qual è l’obiettivo di Yanukovich, vincitore delle ultime elezioni, in termini di voti, ma estromesso dal potere a causa del patto fra Nostra Ucraina del presidente Viktor Yushchenko, il blocco di Yulia Tymoshenko e i socialisti. Yanukovich vuole estromettere Tymoshenko e creare una grande coalizione con il partito del presidente e i socialisti. Oppure, in second’ordine, lasciar vivere la coalizione arancione, con Tymoschenko al suo interno, ma ottenere in cambio posti chiave in parlamento e alcuni ministeri.

In caso di rottura della Coalizione arancione, il parlamento avrà 30 giorni per formare una nuova maggioranza parlamentare e altri 30 per formare un nuovo governo. Se la coalizione arancione restasse formalmente intatta il governo dovrebbe essere formato entro il 24 luglio. Altrimenti il presidente potrebbe sciogliere il parlamento e indire nuove elezioni.