ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

I servizi segreti francesi avrebbero interrogato dei detenuti di Guantanamo

Lettura in corso:

I servizi segreti francesi avrebbero interrogato dei detenuti di Guantanamo

Dimensioni di testo Aa Aa

Il processo che si è aperto lunedì contro i sei francesi ex detenuti di Guantanamo francesi non è valido. Lo denunciano i loro legali, dopo la pubblicazione, da parte del quotidiano Libération, di un telegramma riservato che proverebbe che durante la detenzione i sei sono stati interrogati illegalmente dai servizi segreti transalpini.

Uno di loro, l’avvocato William Bourdon, accusa le autorità di “slealtà”: “Questo getta forti dubbi sull’intera procedura fin dall’inizio e dimostra che qualcuno ha barato, che ci hanno mentito, il che è molto grave”, ha detto. Gli avvocati hanno chiesto il rilascio immediato degli imputati.

Parigi ufficialmente non riconosce il centro di detenzione americano sull’isola di Cuba. Se fosse dimostrato che i servizi segreti hanno collaborato con gli Stati Uniti, le autorità transalpine si troverebbero in grande imbarazzo.

Il ministero degli esteri ha confermato che durante la detenzione i sei hanno ricevuto diverse visite consolari, nel corso delle quali sarebbero state fatte domande di routine, e non interrogatori.