ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

I palestinesi giurano: niente più notizie sull'ostaggio israeliano

Lettura in corso:

I palestinesi giurano: niente più notizie sull'ostaggio israeliano

Dimensioni di testo Aa Aa

E’ scaduto l’ultimatum lanciato dai movimenti palestinesi a Israele per la liberazione di prigionieri in cambio del soldato rapito. Incurante delle minacce e senza neanche attendere lo scoccare delle 5:00, l’aviazione dello Stato ebraico nella notte aveva centrato con un missile una sala conferenze dell’Università islamica di Gaza, ritenuta uno dei luoghi da cui Hamas progettava attacchi.

Un portavoce dell’Esercito Islamico, uno dei tre gruppi che hanno rivendicato il sequestro, ha chiarito che “il discorso ora è chiuso” e a Israele non saranno più fornite informazioni di alcun tipo sulla sorte del diciannovenne Gilad Shalit né in caso di uccisione né se rimarrà in vita.

Il giovane militare era stato rapito il 25 giugno scorso. Il braccio armato di Hamas insieme ai Comitati popolari di resistenza e all’esercito islamico avevano chiesto il rilascio di centinaia di prigionieri detenuti nelle carceri israeliane.

Sottolineando ancor più che il gesto non rimarrà senza seguito, stanotte i militari israeliani hanno fatto incursione in Cisgiordania arrestando tre agenti delle forze di sicurezza palestinesi sospettati di aver partecipato a un altro sequestro: quello di un colono diciottenne fatto ritrovare morto qualche giorno fa.