ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Ministri e deputati di Hamas rapiti in una spedizione punitiva israeliana in Cisgiordania

Lettura in corso:

Ministri e deputati di Hamas rapiti in una spedizione punitiva israeliana in Cisgiordania

Dimensioni di testo Aa Aa

Otto ministri e venti deputati di Hamas sono stati rapiti dall’esercito israeliano in Cisgiordania mentre nella Striscia di Gaza scattava un’incursione di carri armati. Intanto è stato ritrovato a Ramallah il cadavere del colono israeliano di 18 anni rapito domenica.

“Se la nuova arma dei palestinesi è quella dei sequestri, si sappia che per Israele non sarà difficile rapire mezzo governo Hamas”. La minaccia pronunciata martedì dalle autorità israeliane è stata messa in atto durante la notte, proprio mentre le operazioni militari s’intensificavano. Raid aerei nella zona di Khan Yunes hanno preceduto l’irruzione d’una trentina di blindati nella fascia settentrionale della Striscia. L’avvertimento scritto di lasciare le proprie case, diffuso prima del raid, ha contribuito ad evitare vittime.

Le operazioni erano già cominciate nel pomeriggio di ieri ed hanno condotto all’arresto di alcuni sospetti: a Ramallah i militari israeliani cercavano il giovane colono del quale poi è stato rinvenuto il corpo. I Comitati di Resistenza Popolare avevano rivendicato ieri il rapimento mostrando i documenti di Eliahu Asheri, 18 anni. A scatenare l’attacco israeliano, il sequestro di un soldato dello stato ebraico rapito domenica. Di lui non c‘è ancora notizia.