ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Il Parlamento di Strasburgo discute come assegnare i fondi europei per la coesione

Lettura in corso:

Il Parlamento di Strasburgo discute come assegnare i fondi europei per la coesione

Dimensioni di testo Aa Aa

La Polonia sarà tra i maggiori beneficiari dei fondi europei destinati a ridurre il divario tra Paesi ricchi e poveri. Il Parlamento europeo di Strasburgo è impegnato in un dibattito sull’assegnazione dei fondi per il periodo 2007-20013. Un voto è atteso per la prossima settimana. Si tratta di quasi 308 miliardi di euro, poco più del 35% del bilancio dell’Unione, che potranno cominciare a essere spesi a partire da gennaio.

Jacques Delors, ex presidente della Commissione Europea, è convinto che i fondi siano essenziali al processo di integrazione: “Sono lieto che i Venticinque Paesi dell’Unione si siano messi d’accordo sulle prospettive finanziarie, che comunque verranno riviste. Il prossimo appuntamento è per il 2008. Tuttavia, vedo i segni di una crisi dello spirito europeistico. Si tende a ragionare sempre di più a breve termine, un atteggiamento inadeguato alle sfide che si parano davanti ai paesi europei”.

L’importanza dei fondi per la coesione viene sottolineata anche dall’eurodeputato Stavros Lambrinidis: “Se riusciamo a sollevare il tenore di vita di una nazione, è un bene per tutti. E’ chiaro che più un paese è ricco, più appetibile diventa il suo mercato per le imprese straniere”.