ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Lanciata la prima operazione israeliana a Gaza dalla fine dell'occupazione

Lettura in corso:

Lanciata la prima operazione israeliana a Gaza dalla fine dell'occupazione

Dimensioni di testo Aa Aa

Israele ha lanciato nella notte la minacciata offensiva militare sulla Striscia di Gaza. In risposta al rapimento di un soldato le truppe sono penetrate nel sud della regione palestinese dopo che alcuni raid aerei avevano preparato il terreno. L’aviazione ha bombardato almeno due ponti e distrutto la più grande centrale elettrica della Striscia di Gaza, che distribuiva energia al 70% del territorio.

Il successivo passaggio oltre frontiera di ruspe, carri armati e blindati – accompagnati da diverse migliaia di militari – ha concretizzato la prima grande operazione terrestre nella regione, abbandonata solo lo scorso settembre dopo 38 anni di occupazione. Allo stesso tempo l’artiglieria ha ricominciato i bombardamenti nel nord della Striscia. I Comitati di resistenza popolare hanno reagito minacciando di uccidere un colono sequestrato in Cisgiordania se l’offensiva non sarà interrotta. Nulla si sa invece delle sorti del soldato Gilad Shalit. Il diciannovenne, che oltre alla nazionalità israeliana ha anche quella francese, è stato rapito domenica. I tentativi di mediazione avviati dall’Egitto e dalla Francia non hanno portato ad alcun risultato. Già in serata una persona impegnata nelle trattative aveva confidato che le speranze erano praticamente svanite.