ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Mosca conferma la morte dei 4 ostaggi in Iraq

Lettura in corso:

Mosca conferma la morte dei 4 ostaggi in Iraq

Dimensioni di testo Aa Aa

Mosca conferma la morte dei quattro ostaggi russi in Iraq. L’organizzazione legata ad Al Quaida che aveva rivendicato il rapimento, all’inizio del mese, aveva pubblicato ieri, su un sito internet, le foto delle esecuzioni che, in primo tempo, il Cremlino aveva considerato con cautela.

A Bagdad il sequestro e poi gli omicidi hanno destato stupore. La Russia è sempre stata considerata un pease amico dell’Iraq: “L’uccisione dei dipendenti dell’ambasciata è un atto criminale da condannare – commenta un passante nel centro di Bagdad – E’ una di quelle azioni che rovinano la reputazione dell’Islam e degli iracheni”. Reazioni giungono anche da Strasburgo, dal Consiglio d’Europa, di cui la Russia fa parte. Il presidente del parlamento del Consiglio d’Europa, René van der Linden: “Se la notizia delle esecuzioni si rivelasse fondata, e temo sia così, sarebbe l’ennesima dimostrazione della logica di sangue e terrore che è in corso. Esprimo la più assoluta condanna, naturalmente, a nome mio e dell’assemblea”. In cambio del rilascio degli ostaggi, i rapitori avevano chiesto, tra l’altro, il ritiro dei russi dalla Cecenia.