ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Israele: ultimatum per la liberazione del soldato, possibile un'azione su Gaza

Lettura in corso:

Israele: ultimatum per la liberazione del soldato, possibile un'azione su Gaza

Dimensioni di testo Aa Aa

Israele dà ancora tempo ai rapitori del suo soldato, ma prepara già un’azione militare. Centinaia di uomini e carri armati si sono raccolti al confine con la striscia di Gaza, in vista di una possibile operazione nell’area dove si trova, presumibilmente, il giovane soldato rapito in un attacco domenica.

Il gabinetto israeliano ha deciso ieri di dare 48 ore di tempo ai palestinesi per liberare l’ostaggio. Una delegazione egiziana sarebbe già in contatto con i rapitori e anche Parigi starebbe trattando. Ma se gli sforzi diplomatici non avranno effetto, Israele è pronto ad usare tutti i mezzi a sua disposizione. Guilad Shalit, 20 anni, di nazionalità israeliana e francese, è stato rapito domenica da un commando palestinese in un attacco contro una postazione a Kerem Shalom, poco lontano dalla striscia di Gaza. Due militari israeliani e due paletinesi sono morti nell’azione che è stata rivendicata da diversi gruppi tra i quali anche le brigate Ezzedin al Qassam, braccio armato di Hamas. Nonostante anche il governo guidato da Hamas abbia lanciato un appello per la liberazione del soldato, il rapimento aggrava la crisi in seno all’Autorità nazionale palestinese, tra il movimento radicale del premier Ismail Haniyeh e il presidente Mahmoud Abbas, che si è detto pronto a lanciare un rastrellamento casa per casa.