ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Israele esige la liberazione di un soldato rapito dai palestinesi

Lettura in corso:

Israele esige la liberazione di un soldato rapito dai palestinesi

Dimensioni di testo Aa Aa

Israele ha chiesto l’immediata liberazione di un suo soldato rapito presumibilmente da un commando palestinese che ha attaccato una postazione di difesa ai margini della striscia si Gaza. Negli scontri due militari israeliani e due miliziani palestinesi sono rimasti uccisi.

Il governo di Ehud Olmert ha fatto pressione sull’Autorità nazionale palestinese e per il momento è stata bloccata la rappresaglia militare. Ma è stato promesso che saranno usati tutti i mezzi a disposizione per ottenere la liberazione del soldato. Anche il vicepremier del governo di Hamas Nasser Shaer ha rivolto un appello ai rapitori: “Chiediamo di risparmiare la vita del soldato rapito. Se è ancora vivo, trattalo bene e non uccidetelo perché non vogliamo fornire pretesti per colpire il nostro popolo a Gaza”. Nella riunione d’emergenza del governo israeliano di ieri sera è stato deciso di affidare al premier Olmert e al ministro della difesa Amir Peretz il potere di decidere quando lanciare l’operazione militare “Faremo di tutto affinché il soldato torni dalla sua famiglia – ha detto Peretz – Se gli capiterà qualcosa i suoi rapitori saranno trattati allo stesso modo”. Il primo ministro israeliano ha fatto sapere che non saranno effettuati scambi con prigionieri palestinesi come avvenuto in passato per ottenere la liberazione di soldati rapiti.