ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Polemiche in Gran Bretagna sull'operato dei servizi segreti prima del 7/7

Lettura in corso:

Polemiche in Gran Bretagna sull'operato dei servizi segreti prima del 7/7

Dimensioni di testo Aa Aa

A meno di due settimane dal primo anniversario degli attentati di Londra è polemica in Gran Bretagna per le rivelazioni sulle informazioni in possesso della polizia sui terroristi.

Martin Gilbertson un tecnico di computer che aveva lavorato in ambienti frequentati da estremisti islamici a Londra, ha raccontato al quotidiano the Guardian che aveva avvertito la polizia della pericolosità di quanto andavano facendo due degli attentatori suicidi nel metro di Londra fin dal 2003. “Si trattava di persone che avevano comportamenti anti-americani o anti-britannici – ha spiegato John O’Connor ex capo della polizia londinese -.Così come migliaia di altre. Perché interessarsi solo a loro? All’epoca non si era parlato ancora di kamikaze nati in Gran Bretagna”. Il tecnico aveva preparato dei video di propaganda anti-occidentale per conto di un centro di studi islamici frequentato da Sidique Khan, il britannico di origini pakistane che si è fatto saltare in aria su un treno della metropolitana a Edgware Road, e da Shehezad Tanweer, un altro degli attentatori. Sull’auto di Khan era stata anche piazzata dalle autorità una cimice per seguirne gli spostamenti.