ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Il piano d'unità nazionale presentato dal al Maliki al Parlamento

Lettura in corso:

Il piano d'unità nazionale presentato dal al Maliki al Parlamento

Dimensioni di testo Aa Aa

Prima le indiscrezioni, oggi la presentazione ufficiale. Il premier iracheno Nuri al Màliki ha illustrato il piano di riconciliziaone nazionale al Parlamento. I primi commenti sul progetto elaborato dalle massime autorità irachene sono improntati a un moderato ottimismo.

Il piano si articola in 28 punti, alcuni danno già adito a frizioni, come ad esempio l’estensione di amnistia e dialogo ai gruppi della resistenza, indennizzi per i danni subiti per l’occupazione Usa e i ritocchi alla Costituzione in materia di federalismo e ridistribuzione delle risorse naturali. Il documento prevede una distinzione tra insorti e terroristi. Specifica le condizioni per una riconciliazione con chi è stato protagonista della resistenza e incoraggia a partecipare al processo di stabilizzazione e unità nazionale. In molti come quest’uomo afferma, credono che ci siano ostacoli alla realizzazione del piano, tra gli altri la presenza di forze esterne che sembrano spingere il Paese sull’orlo della guerra vicile. Più ottimista quest’altro che commenta: se il piano serve a unire nord e sud, noi lo accetteremo. Il primo obiettivo che il governo vuole ottenere con il piano è controllare la violenza. Violenza che non ha dato tregua neppure oggi. Una bomba è esplosa in un mercato rionale nel centro di Baghdad, uccidendo tre civili e ferendono almeno 17 persone.