ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Ucciso a Mogadiscio il giornalista svedese Martin Adler

Lettura in corso:

Ucciso a Mogadiscio il giornalista svedese Martin Adler

Dimensioni di testo Aa Aa

Un giornalista svedese è stato ucciso a Mogadiscio mentre assisteva a una manifestazione organizzata dalle corti islamiche somale.Martin Adler, fotografo e cameraman, secondo alcuni testimoni stava filmando l’evento quando è stato raggiunto da proiettili al petto, vicino al cuore.Adler è il primo rappresentante della stampa straniera ucciso in Somalia da oltre un anno. Era arrivato a Mogadiscio la settimana scorsa.La manifestazione era stata indetta in appoggio al patto di Kartum, l’accordo siglato ieri sera nella capitale sudanese dal governo somalo di transizione e dai rappresentanti delle corti islamiche che controllano Mogadiscio.L’intesa prevede la sospensione delle campagne militari e di propaganda, il riconoscimento reciproco delle parti e fissa la data del 15 luglio per un nuovo incontro, sempre a Kartum.Restano infatti alcune questioni sensibili da affrontare, come le modalità della spartizione del potere e il ritorno nella capitale somala della sede del governo, che ora si trova provvisoriamente nella città di Baidoa.