ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Prime frizioni fra Kiev e Russia dopo le dichiarazioni della Timoshenko sul gas

Lettura in corso:

Prime frizioni fra Kiev e Russia dopo le dichiarazioni della Timoshenko sul gas

Dimensioni di testo Aa Aa

A Kiev la “coalizione arancione” si è messa al lavoro.Dopo l’accordo di ieri fra Nuova Ucraina del presidente Viktor Yushenko, il blocco Yulia Timoshenko e i socialisti, sono cominciati i negoziati per formare il nuovo governo.Secondo la stampa ucraina, al partito della ex pasionaria della rivoluzione dovrebbero andare economia, finanze ed energia, mentre la formazione presidenziale otterrebbe interno, esteri e difesa.Yushenko dovrebbe presentare la candidatura della Timoshenko come premier al parlamento già lunedì, e la presidenza prevede di concludere la formazione della squadra nel giro di dieci giorni.La Timoshenko, ancora prima di occupare formalmente la poltrona di primo ministro, ha già cominciato a provocare frizioni con la Russia sulla questione energetica.Fra le sue prime dichiarazioni c‘è stata infatti la promessa di rivedere gli accordi sul metano, conclusi lo scorso inverno dopo la guerra del gas con Mosca. L’accordo scade il 1 luglio.Il gigante energetico Gazprom ha reagito accusando l’Ucraina di rubare il gas russo diretto in Europa e di non aver provveduto a riempire le sue riserve in previsione di possibili aumenti del fabbisogno.La stessa Timoshenko ha confermato ieri che i serbatoi ucraini sono vuoti.