ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Timor Est, braccio di ferro tra il presidente Gusmao e il premier Alkatiri

Lettura in corso:

Timor Est, braccio di ferro tra il presidente Gusmao e il premier Alkatiri

Dimensioni di testo Aa Aa

Xanana Gusmao getta la spugna. Il presidente di Timor Est annuncia la propria intenzione di dimettersi dall’incarico se entro venerdi il primo ministro non si assumerà la resposabilità della crisi politica. Gusmao, che ha detto di provare vergogna per la situazione dei rapporti politici, aveva chiesto al capo del governo di fare un passo indietro, accettando la richiesta di dimissioni avanzata da ampi settori sociali.

Alkatiri, sostenuto dal suo partito, ha respinto la richiesta, motivata da Gusmao con il coinvolgimento del ministro dell’Interno in azioni illegali di contrasto degli oppositori. Lo scontro a Timor Este risale al maggio scorso, quando la decisione del premier di licenziare 600 soldati che protestavano per presunte discriminazioni razziali, scatenò aspre reazioni, che finora avrebbero causato almeno 20 vittime. A Timor Est opera una missione multinazionale dell’Onu, incaricata di mantenere l’ordine nel paese, che dispone di un esercito di appena 1.400 unità.