ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

UE - USA: divergenze sui diritti umani

Lettura in corso:

UE - USA: divergenze sui diritti umani

Dimensioni di testo Aa Aa

Intesa cordiale tra Stati Uniti e Unione europea, ma le divergenze restano sulle questioni piú delicate. Al vertice di Vienna il cancelliere austriaco ha chiesto al presidente americano di chiudere la base di Guantanamo, una no man’s land dove sono detenuti oltre 400 sospetti terroristi.

“Vorrei chiudere Guantanamo- ha dichiarato George Bush- ma prima alcuni prigionieri devono essere processati nei tribunali americani. Sono assassini a sangue freddo. Potrebbero uccidere se rilasciati liberi in strada. Sto aspettando il verdetto della corte suprema degli Stati Uniti per sapere in che modo devono essere processati”

Divisi su Guantanamo, Americani ed europei sono d’accordo invece sulla linea da seguire con l’Iran, accusato di preparare l’arma atomica. Il cantelliere austriaco Wolfang Schüssel ha sottolineato: “Siamo ad un bivio- L’Iran deve fare la scelta giusta”

Gli europei hanno proposto degli incentivi a Teheran per spingere il regime a mettere fine al programma di arricchimento dell’uranio. L’Iran ha chiesto tempo fino a fine agosto per rispondere. E’ una data troppo lontana per il presidente americano, che tuttavia lascia andare avanti gli europei nelle trattative.

Sul piano economico Stati Uniti e Unione europea hanno ribadito la volontà di concludere il ciclo di Doha all’organizzazione mondiale del commercio. Ma il principale nodo restano le importazioni agricole. Gli europei aspettano maggiori concessioni da parte degli americani, mentre gli americani aspettano che siano gli europei a fare il primo passo.