ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Un referendum paneuropeo per la costituzione

Lettura in corso:

Un referendum paneuropeo per la costituzione

Dimensioni di testo Aa Aa

Davanti ad un parlamento europeo semi-deserto il cancelliere austriaco Wolfang Schüssel ha presentato il bilancio dell’ultimo summit europeo, un summit povero di risultati e concentrato sulla costituzione europea. Per uscire dall’impasse, il cancelliere austriaco ha proposto di organizzare un referendum lo stesso giorno in tutta l’Unione europea a giugno del 2009, quando si svolgeranno anche le elezioni europee, un’idea che in passato era stata già avanzata dagli eurodeputati verdi.

“Posso fare questa constatazione, a metà percorso- ha dichiarato Schüssel-dobbiamo continuare ad aver questo contenuto come base, ma bisogna dargli anche nuovi elementi, senza, se possibile, togliere la sostanza, per rendere il testo piú accettabile”

Nel vertice della settimana scorso, i capi di stato e di governo non sono riusciti a trovare soluzioni per portare avanti il processo costituzionale, bloccato dopo il no di Francia e Olanda, l’anno scorso.

I leader europei sperano dunque nelle prossime presidenze. A luglio sarà il turno della Finlandia. Helsinki dovrà presentare proposte sulla capacità di espansione dell’unione europea. Poi a gennaio 2007 toccherà alla Germania. Il presidente finlandese Tarja Halonen lavora gomito a gomito con il cancelliere tedesco Angela Merkel, per definire il programma dei prossimi mesi. Per la costituzione c‘è tempo fino al 2008, poi si potrà parlare senza imbarazzo di crisi.