ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Israele nega responsabilità sulla strage della spiaggia di Gaza

Lettura in corso:

Israele nega responsabilità sulla strage della spiaggia di Gaza

Dimensioni di testo Aa Aa

L’esplosione su una spiaggia di Gaza che venerdì scorso ha ucciso 7 civili palestinesi, suscitando impressione in tutto il mondo e provocando una nuova ondata di violenza in Medio Oriente, non è stata provocata dalle forze armate israeliane, come finora affermato dai palestinesi. Lo sostiene il governo di Tel Aviv.“Ci sono prove schiaccianti per affermare che non è stata l’artiglieria israeliana a colpire – dice il portavoce dell’esecutivo israeliano, Ra’anan Gissin. Si è trattato piuttosto di esplosivo collocato, o sotterrato, da palestinesi allo scopo di sfruttare cinicamente la morte di civili innocenti, provocata da atti dello stesso governo di Hamas”.L’organizzazione Human Right Watch, che ha condotto indagini autonome sull’accaduto, propone una versione diversa da quella israeliana: “Basandomi su quello che ho visto – dice un Mark Garlasco, esperto militaredell’organizzazione – credo che sia stato un proiettile sparato dagli israeliani, ma non posso escludere completamente che si tratti di qualcos’altro”.Il ministero palestinese dell’interno ha respinto la tesi israeliana.Una ragazzina sopravvissuta all’esplosione, figlia e sorella delle vittime, è stata adottata dal presidente palestinese Mahmud Abbas.