ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Nucleare: Teheran risponde con un "mezzo sì" all'offerta delle 6 grandi potenze

Lettura in corso:

Nucleare: Teheran risponde con un "mezzo sì" all'offerta delle 6 grandi potenze

Dimensioni di testo Aa Aa

Sull’arricchimento dell’uranio non si tratta ma per Teheran “la decisione di rimuovere i problemi attraverso il dialogo è la via giusta”.

Dal Cairo, dove ha incontrato il Presidnete egiziano Hosni Mubarak, il capo negoziatore iraniano Ali Larijani ha così risposto all’offerta delle sei potenze mondiali, facendo la voce grossa da un lato, porgendo una mano dall’altro: “Il pacchetto contiene elementi positivi come la possibilità di realizzarereattori nucleari e il coordinamento con l’Iran per la stabilità e la sicurezza nella regione” ha detto Larijani. Una serie di proposte sono state concordate dai cinque membri permanenti del Consiglio di Sicurezza dell’Onu più la Germania; il responsabile della diplomazia europea Javier Solana le ha presentate martedì scorso alle autorità di Teheran. Sul tavolo delle trattative affinchè la Repubblica Islamica rinunci all’arricchimento dell’uranio c‘è la possibilità per Teheran di dotarsi di una centrale ad acqua leggera e rifornirsi dall’estero d’uranio arricchito da usare come combustibile. Ma soprattutto Washington ha lasciato capire che potrebbe affiancarsi all’Unione Europea nelle trattative dirette con Teheran.