ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Protesta anti-Nato: le truppe Usa lasciano la Crimea

Lettura in corso:

Protesta anti-Nato: le truppe Usa lasciano la Crimea

Dimensioni di testo Aa Aa

Sconfitta della Nato in Ucraina: 250 marines americani sono stati costretti ad abbandonare la Crimea dopo settimane di proteste da parte della popolazione locale, contraria alle esercitazioni militari con i soldati statunitensi.

Un primo gruppo di 100 marines ha lasciato questa mattina in pullman lo stabilimento di Feodosia. Si erano rifugiati lì dopo le prime manifestazioni ostili. Da Sebastopoli prenderanno l’aereo per tornare in patria. Gli altri riservisti seguiranno la stessa rotta lunedì. Alla partenza dei primi 3 convogli, i manifestanti hanno espresso la loro gioia intonando anche canzoni patriottiche dei tempi dell’Unione Sovietica. I sentimenti anti-Nato sono particolarmente forti in Crimea, una penisola russofona che Khrusciov regalò all’Ucraina nel 1954, ma che ospita ancora la base della flotta russa nel Mar Nero. Nelle elezioni del 2004 la Crimea si era schierata contro la “Rivoluzione arancione” che ha eletto presidente Viktor Yushenko, deciso ad avvicinare l’Ucraina all’Occidente attraverso le adesioni all’Unione Europea e alla Nato, quest’ultima prevista per il 2008. I marines rimpatriati erano addetti alla logistica ed erano arrivati in Crimea per preparare la missione “Brezza di mare 2006”, che prevede una serie di manovre militari congiunte tra ucraini e americani.La missione non è stata ancora annullata ufficialmente. Il Parlamento di Kiev si esprimerà sulla questione nei prossimi giorni.