ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Nigeria, rapiti cinque operai coreani impegnati nei pozzi petroliferi

Lettura in corso:

Nigeria, rapiti cinque operai coreani impegnati nei pozzi petroliferi

Dimensioni di testo Aa Aa

E’ stato rivendicato dal Consiglio Rivoluzionario Unito, il sequestro di cinque operai sudcoreani del settore petrolifero, rapiti in Nigeriasull’isola di Port Harcourt.

Secondo quanto sostenuto dagli stessi rapitori, i cinque sarebbero stati catturati dopo un assalto che ha provocato l’affondamento di una imbarcazione e di una nave-alloggio. Secondo il gruppo nell’attacco sarebbero stati uccisi almeno cinque soldati. In Nigeria, sesto esportatore mondiale di petrolio con due milioni e mezzo di barili al giorno, sono frequenti i rapimenti ai danni delle società straniere che operano nella zona del delta del fiume Niger, spesse volte obbligate in questo modo a realizzare scuole, ambulatori e altri servizi per le fasce deboli della popolazione. Per il rilascio dei cinque operai i sequestratori hanno chiesto la liberazione di due leader tribali al momento detenuti, minacciando in caso contrario altri attacchi ai principali impianti petroliferi.