ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Le trattative con l'Eta scatenano la crisi politica in Spagna

Lettura in corso:

Le trattative con l'Eta scatenano la crisi politica in Spagna

Dimensioni di testo Aa Aa

Rottura netta tra opposizione e maggioranza, in Spagna, sul dialogo con l’Eta. Mariano Rajoy, leader del Partito Popolare ha annunciato che “rompe qualsiasi relazione” col governo di Jose Luis Rodriguez Zapatero in seguito alla decisione di quest’ultimo di appoggiare una riunione fra il Partito socialista basco (Pse) e Batasuna, considerato l’ala politica dell’Eta.

“Il partito popolare – ha detto Rajoy davanti al Parlamento – non può restare con le mani in mano davanti a questa decisione, quindi rompe qualsiasi relazione col governo Zapatero. Ritiriamo il sostegno che abbiamo offerto al governo e faremo tutto il posssibile per impedire quello che consideriamo un attentato contro l’ordine giuridico, la legalità democratica dello Stato e la sicurezza degli spagnoli”. Zapatero ha subito replicato: dalla transizione democratica del nostro Paese – ha detto – il partito socialista, che fosse all’opposizione o al governo, non ha mai ritirato il suo sostegno o rotto le relazioni con l’esecutivo in carica o con il partito di opposizione, quando si è trattato di questioni che riguardano lo Stato, la vita, la libertà o la sicurezza degli spagnoli”. E’ sul ruolo di Arnaldo Otegi, capo di Batasuna, che si è scatenata la reazione dei popolari. Accettando di trattare con lui – è la tesi dell’opposizione – si sarebbe riconosciuta politicamente una formazione politica che è stata dichiarata fuorilegge dal Parlamento spagnolo su iniziativa del precedente governo Aznar.