ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Euro: bocciata la Lituania

Lettura in corso:

Euro: bocciata la Lituania

Dimensioni di testo Aa Aa

La Lituania dovrà aspettare ancora per utilizzare l’euro. I ministri delle finanze hanno bocciato la candidatura della piccola repubblica baltica, solo perché supera dello 0,1% il livello di inflazione consentito. Vilnius che voleva adottare la moneta unica europea già dall’anno prossimo, non ha apprezzato la decisione dell’Ecofin. Ha annunciato che darà battaglia al summit europeo della settimana prossima per ottenere il benestare dei capi di stato e di governo. Mercoledí i ministri delle finanze hanno promosso invece la Slovenia che sarà il primo tra i nuovi paesi membri a passare all’euro, nel 2007. Malta, Cipro, Estonia e Lettonia si preparano per il 2008. La Slovacchia l’anno dopo, Ungheria e Repubblica Ceca nel 2010, la Polonia non ha ancora deciso. Tutti i nuovi stati membri sono obbligati dal trattato di adesione a passare alla moneta unica europea. Tra i vecchi membri, Gran Bretagna, Danimarca e Svezia non hanno l’euro, ma rispettano i criteri del patto di stabilità.
Dopo anni di maggiore flessibilità, i venticinque sembrano essere tornati all’ortodossia monetaria, un rigore che si mostra soprattutto con i nuovi venuti.