ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

L'Iran minaccia di chiudere i rubinetti del petrolio

Lettura in corso:

L'Iran minaccia di chiudere i rubinetti del petrolio

Dimensioni di testo Aa Aa

“Se gli Stati Uniti faranno un passo falso, disturberemo i flussi di energia nella regione” ha tuonato l’ayatollah Ali Khamenei. Teheran è il quarto paese al mondo produttore di greggio. Nel diciassettesimo anniversario della morte del fondatore della repubblica islamica Khomeini, la guida suprema ha brandito lo spettro della crisi energetica e difeso i progressi scientifici dell’Iran in campo nucleare. Secondo gli Stati Uniti tuttavia, con il pretesto del programma civile, Teheran vuole sviluppare la bomba atomica.

Dal mausoleo di Khomeini, il presidente iraniano Mahmud Ahmadinejad ha ribadito l’intenzione di non voler sospendere l’arricchimento dell’uranio, ma si è detto pronto ad analizzare le proposte elaborate dagli europei e dagli americani. Sarà l’alto rappresentante per la politica estera europea Javier Solana a presentare l’offerta agli iraniani nei prossimi giorni. Non si conoscono i dettagli, ma secondo indiscrezioni si tratterebbe di incentivi come forniture per reattori nucleari, ma anche di minacce: l’Iran rischia di finire davanti al consiglio di sicurezza dell’Onu.