ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Elezioni politiche ceche: vincono i conservatori di Topolanek

Lettura in corso:

Elezioni politiche ceche: vincono i conservatori di Topolanek

Dimensioni di testo Aa Aa

Il partito conservatore ha vinto le elezioni politiche ceche, anche se non con il netto vantaggio annunciato dagli exit poll.

Il leader dei Civici Democratici, Mirek Topolanek, che ha promesso riforme liberali e l’introduzione di una imposta a tasso unico, uguale per tutti, al 15 %, non ha raggiunto la maggioranza assoluta e dovrà probabilmente formare una coalizione di governo. Indebolito da una serie di scandali e da accuse di corruzione, il partito socialdemocratico del premier Jiri Paroubek, dovrà rinunciare alle ambizioni di un terzo mandato. Non sono bastati a conquistare l’elettorato i buoni risultati ottenuti dal suo esecutivo in materia economica. In queste elezioni, le quarte libere e democratiche dalla rivoluzione di velluto a oggi, i comunisti superano tranquillamente la soglia del 5 per cento, anche se raccolgono meno voti del previsto. Con la quasi totalità delle schede scrutinate, i Civici democratici sono in testa con il 35,2 per cento dei voti, seguiti dai socialdemocratici a 32,5. Dopo Comunisti e cristiano democratici, si trovano i verdi, che per la prima volta siederanno al parlamento. L’affluenza alle urne, a conclusione di una campagna elettorale densa di tensioni e accuse, è stata superiore al previsto, intorno al 65 per cento. Un dato in controtendenza rispetto al crescente disinteresse verso la politica mostrato dai cittadini nelle ultime consultazioni. A due anni dall’entrata nell’Unione europea nel 2004, la Repubblica Ceca, con la vittoria dei conservatori, segue l’esempio della Polonia e sceglie un governo considerato euroscettico.