ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Timor est, il presidente Gusmao lancia un appello all'unità nazionale

Lettura in corso:

Timor est, il presidente Gusmao lancia un appello all'unità nazionale

Dimensioni di testo Aa Aa

Il presidente di Timor est Xanana Gusmao ha lanciato un appello all’unità nazionale nel tentativo di mettere fine al conflitto etnico che da alcune settimane è scoppiato nel giovane Stato.

L’eroe dell’indipendenza davanti a decine di poliziotti ha esortato a dimenticare le divisioni tra “Loromonu e Lorosae”, parole che definiscono le regioni dell’est e dell’ovest del Paese. Gusmao due giorni fa ha assunto la responsabilità della sicurezza esautorando i ministri della difesa e dell’interno. Il premier Alkatiri ha voluto precisare di essere ancora lui a dirigere il governo del Paese. “Non sono l’assistente del presidente sono il primo ministro e la costituzione mi conferisce il compito di occuparmi di questo tipo di situazioni. Naturalmente in un periodo di crisi è meglio che tutte le istituzioni collaborino”. Gli scontri sono cominciati ad aprile dopo che Alkatiri ha radiato dall’esercito 600 militari che avevano disertato per protestare contro presunte discriminazioni dei soldati dell’est da parte degli ufficiali dell’ovest. Il comandante dei militari ribelli Alfredo Reinado ha detto che il conflitto non si concluderà fino a quando non ci saranno le dimissioni del primo ministro. La situazione è andata gradualmente stabilizzandosi dopo l’intervento di una forza multinazionale di 2500 uomini a guida australiana. Anche se la sorte dei 50.000 profughi che hanno abbandonato le proprie abitazioni si sta facendo sempre più precaria per mancanza di acqua e cibo.